Francesco Grasso, La poesia delle Calabrie II

Francesco Grasso, La poesia delle Calabrie II

Francesco Grasso, La poesia delle Calabrie il Cinquecento, Qualecultura-Jaca Book, Vibo Valentia 2006, pp. 332.

Maggiori dettagli


20,00 €

1 articolo disponibile

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

Questo secondo volume de La poesia delle Calabrie presenta una ricca sezione antologica di poesie, spesso inedite, italiane, latine, dialettali, alcuni componimenti in lingua greca e albanese, ed è preceduta da una introduzione che illustra le condizioni storiche e sociali della Calabria del secolo XVI.
Traccia un articolato profilo dell’evoluzione dell’umanesimo calabrese, sviluppatosi nella Calabria del ’500, che partecipò pienamente allo Sviluppo della cultura umanistico-rinascimen-tale detsecolo. Sono evidenziati i legami che la cultura calabrese ebbe con quella degli altri centri d’Italia, in particolare con quella di Napoli dove i fratelli Martirano furono autentici mecenati della cultura ufficiale del tempo.
Segue con particolare attenzione la diffusione delle scuole di umanità, l’apertura é lo sviluppo nelle città più dinamiche delle accademie, che grazie all’opera di Giano Parrasio, Bernardino Telesio, Sertorio Quattromani, Antonio Minturno e di altri letterati, legati all’Accademia Pontaniana di Napoli, vivacizzarono l’attività culturale e portarono l’umanesimo calabrese, ma soprattutto quello cosentino, ad essere, nellTtalia Meridionale, secondo solo a quello napoletano.