Il brigantaggio nella provincia di Salerno

Il brigantaggio nella provincia di Salerno

Gaetano D'Ambrosio, Il brigantaggio nella provincia di Salerno, Circondario di Sala Consilina, 2011, 584.

Maggiori dettagli


30,00 €

1 articolo disponibile

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

Con questo nuovo, denso e documentatissimo volume Gaetano D'Ambrosio prosegue nella sua meritoria ricostruzione del brigantaggio postunitario in provincia di Salerno.
Oggetto del volume è la vasta area del Circondario di Sala Consilina, il cui cuore geografico era rappresentato dal Vallo di Diano. E questo una lunga e ampia depressione che, solcata dal corso del Tanagro, viene delimitata dal massiccio degli Alburni ad ovest e dai monti del Potentino ad est, segnando la netta demarcazione tra il Salernitano, la Basilicata e il Cilento.
Quella del Vallo di Diano costituiva un'importante posizione strategica, protetta e resa facilmente difendibile dalle munite posizioni naturali del passo dello Scorzo, sotto Sicignano, e della gola di Campestrino, tra Pertosa e Polla; e, al lato opposto, dalla forte posizione di Campotenese, chiave dell'accesso alla Calabria. Snodo naturale ed essenziale del sistema stradale del regno meridionale, tale funzione si era ulteriormente sviluppata da quando, alla fine del XVIII secolo, era stata resa carrozzabile la via delle Calabrie, che affrontava la gola di Campestrino con un ardito e poderoso ponte di 27 arcate.