L'economia pastorale nel Regno di Napoli

L'economia pastorale nel Regno di Napoli

John Marino, L'economia pastorale nel Regno di Napoli, Guida, 1992, pp. 520.

Maggiori dettagli


15,00 €

1 articolo disponibile

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

Attraverso un esame comparato degli aspetti sociali, politici, economici e culturali, John Marino avanza, in questo testo, una nuova interpretazione del ruolo dell'agricoltura e dell'economia pastorale nello sviluppo del capitalismo. L'analisi si sofferma in modo particolare sulla funzione di freno alia crescita eco-nomica svolta dall'economia pastorale nella societa tradizionale.
Come maggior fornitore di lana grezza in Europa, il Regno di Napoli baso la sua economia interna e il suo ruolo nello scambio internazionale sulla produzione di lana. Per raantenere, tuttavia, il suo ruolo premi-nente nel commercio di lana, il Regno di Napoli diede avvio a un forte intervento statale che lo rese, per molti aspetti, prigioniero della sua struttura sociale e dei suoi limiti economici. Dal XIV secolo fino all'inizio del XIX, ad esempio, la Dogana di Foggia esercito un ruolo centrale nell'amniinistrazione dei territori destinati al pascolo e nella mediazione dei conflitti, svolgendo tuttavia l'accennato ruolo di freno degli scambi di base e dello spontaneo sviluppo economico. In una «storia totale» del Regno di Napoli, l'economia pastorale emerge cosi come un mo-dello per capire l'ideale e la pratica di governo dell'Ancien Regime.